Perché i muscoli fanno i nodi?



Vi siete mai chiesti perché si formano i ‘nodi’ nei muscoli? Di solito questi nodi sono dolenti, anche solamente al tatto. In molti vanno da massaggiatori, fanno stretching, iniziazioni, ultrasuoni e mille altri trattamenti per cercare di scioglierli. Sfortunatamente, in molti casi, molte di queste terapie sono insufficienti a risolvere il problema, o lo risolvono solo in parte. Il motivo per il quale questo avviene è che in molti non capiscono perché i muscoli sviluppano questi nodi. una teoria che va per la maggiore in questi tempi è che i muscoli li sviluppino a causa di uno squilibrio muscolare. Si è tutti presi a trovare l’esercizio più appropriato pensando che irrobustendo il muscolo e bilanciandolo allora il dolore possa scomparire. Se così fosse, gli atleti dovrebbero avere meno dolore che il resto della popolazione! Molte terapie mirano a sciogliere i nodi una volta che questi sia siano formati, non considerando il perché ma… come possiamo sapere come sciogliere un nodo se non sappiamo come si è formato? Trattando da anni problemi muscoloscheletrici posso dire che c’è un motivo per il quale i muscoli sviluppano nodi. Il primo concetto fondamentale è che nulla nel corpo accade per caso. Se, quindi, il muscolo ha un nodo, quel nodo esiste per una ragione. Quindi perché tutto ciò accade? Il corpo è una macchina intelligente. In linea generale, un muscolo si attacca a due strutture diverse e nel mezzo c’è un’articolazione. Quando un muscolo contrae produce un movimento che ha riscontro in quell’articolazione. Se qualcosa va storto a livello dell’articolazione, il muscolo associato si contrarrà per proteggere quell’articolazione. In questi casi il muscolo si annoda per prevenire un’ulteriore disfunzione articolare. Quando ciò accade, anche l’area intorno al nodo diventa ipersensibile. Tuttavia i muscoli non si contraggono solo per produrre movimento articolare ma anche per proteggere l’articolazione. Questo è il motivo per il quale massaggiare un nodo o infiltrarlo non funziona sempre bene. Questo non è trattare il motivo per cui il muscolo si contrae. I muscoli si contraggono anche su zone dove ci sono problemi non articolari. Un esempio di ciò può essere visto a livello addominale. Quando un organo si infiamma, come ad esempio, l’appendice o la colecisti, i muscoli che sono sopra questi organi diventano molto rigidi e ipersensibili. Questi sono solo esempi per sottolineare il ruolo protettivo dei muscoli. Il nostro corpo è molto intelligente nel mostrarci dove ci sono dei problemi e solo riportando la normalità alle strutture corrispondenti potremo ottenere un rilassamento quasi istantaneo della muscolatura e dell’area ipersensibile.

#muscoli #contratture

© 2002 - 2020 by Valentina Carlile DO