Osteopatia: Come curare i disturbi della voce e migliorarla



Tra i più comuni disturbi della voce troviamo noduli, polipi, 'callosità', falde emorragiche, paralisi cordale, paresi cordale, corde vocali inclinate, granulomi, degenerazioni polipoidi, e disfonie spastiche. Molti fattori possono innescare una patologia vocale, come una causa batterica o virale, infezioni, allergie, reflusso gastroesofageo, problematiche del tratto cervicale, abuso di sostanze, fattori psicogeni, ecc.

I disturbi vocali possono anche essere il risultato di un utilizzo fisico della voce del tutto personale, utilizzo che possiamo chiamare sovraccarico, uso errato o abuso. Tuttavia, ciò che la maggior parte dei disturbi hanno in comune è una qualche forma di squilibrio muscolare. Ad esempio, benché paralisi e paresi possano essere causate da virus, i granulomi possano originare da reflusso gastroesofageo e i polipi possano originare da fumo, questi irritanti innescano la fase di squilibrio muscolare in sè e per sè.

La chiave per trattare i disturbi della voce è sia approcciare lo squilibrio muscolare sia tentare di ridurre gli agenti irritanti.

Il nostro corpo è una macchina perfetta in grado di creare compensi per poter sopravvivere e per continuare a funzionare. Se fa troppo caldo si suda per rinfrescarsi Se ci si disidrata, inizia una serie di funzioni corporee atte a risparmiare energie per la sopravvivenza. Se la laringe è aggredita da acido, il corpo crea muco per proteggerla. Se fanno male i piedi, il corpo intero compensa per permettere di continuare a muoversi.

Allo stesso modo, se c'è un fastidio quando cantiamo o parliamo (per una qualsivoglia ragione), i muscoli del sistema vocale iniziano a compensare per poter continuare a produrre suoni. In termini semplici potremmo chiamarlo 'comportamento compensatorio di disadattamento' e questo, potrebbe diventare però abitudine con l'andare del tempo. Gli atleti sanno bene che è spesso questa tensione secondaria, il disallineamento del corpo, che può diventare un gran problema, a volte più grande della causa iniziale.

Gli atleti che hanno imparato a conoscere il loro corpo sanno bene che il trattamento precoce di una disturbo è fondamentale per un corretto ed efficace recupero. Essi imparano anche ad allenare i loro muscoli per la massima resa. La chiave è sempre bilanciare ed equilibrare nello svolgimento di un esercizio per un utilizzo efficace del corpo.

Chi usa la voce dovrebbe trattare il proprio strumento come fanno gli atleti per beneficiarne al meglio.

Come un atleta, il professionista della voce deve essere in grado di ottimizzare il proprio strumento al massimo della propria capacità fisiologica. L'uso quotidiano della voce ha il massimo beneficio quando la voce viene usata in maniera funzionale, e chiunque abbia avuto un disturbo della voce sa che effetto debilitante questo abbia sulla psiche. Un disturbo vocale può difficilmente essere guarito senza allenamento vocale.

Il temine disfonia muscolotensiva è stato creato per descrivere uno squilibrio muscolare grave. Ogni disturbo vocale ha un grado di disfonia muscolotensiva. Un buon esempio di questa condizione si ha quando una persona subisce un intervento di rimozione di noduli cordiali senza alcuna terapia vocale. Spesso queste persone sperimentano dopo l'intervento, lo stesso tipo di raucedine che avevano prima di questo. Il motivo di ciò è che i muscoli si sono adattati ai noduli presenti e anche se questi ultimi non ci sono più, i muscoli continuano a funzionare come se ci fossero ancora. Questo è un buon esempio di come il nostro corpo sia perfetto (non sempre a nostro beneficio) nel conservare una memoria nel muscolo.

I noduli (per la maggioranza femminili) e i polipi (per la maggioranza maschili) sono semplici da diagnosticare per raucedine e mancanza di escursione vocale. Tuttavia, la raucedine e il range ridotto sono più il risultato dello squilibrio muscolare presente prima dei noduli e che è peggiorato con l'insorgenza di questi.

Le buone notizie sono che con un buon esercizio vocale siamo in grado di ribilanciare il funzionamento di questi muscoli. È possibile rinforzare e liberare la voce così come si sviluppa un qualsiasi altro muscolo del nostro corpo.

La cosa fondamentale è realizzare veramente che ogni parte del nostro corpo è in connessione con un'altra, per cui non c'è bisogno di separare la voce dal resto del corpo, così come non c'è bisogno di separare il corpo dalla mente. Una voce alterata modifica il nostro stato mentale così come il nostro stato mentale modifica la nostra voce. Imparando a bilanciare i muscoli coinvolti nella produzione vocale, si apprezzeranno importanti risultati.

La nostra voce siamo noi.

#osteopatia #voce #valentina #canto #disfonia #noduli #problemicordali #osteopata #cantanti #cantante

2 visualizzazioni

© 2002 - 2020 by Valentina Carlile DO