Endometriosi: cos’è, come si manifesta e come si cura


Endometriosi: cos’è, come si manifesta e come si cura


L’endometriosi è una patologia infiammatoria cronica del tessuto endometriale, che colpisce circa il 5-10% delle donne tra i 25-35 anni.


L’endometrio riveste la parte interna dell’utero ma, in questa patologia viene a trovarsi a livello di ovaie, tube, utero, vescica, retto. Questa condizione è correlata a quella che viene definita mestruazione retrograda durante la quale, alcune cellule, invece che essere espulse in maniera corretta, vengono spinte dalle contrazioni uterine in direzione opposta. Nell’eventualità che alcune di queste cellule si impiantino moltiplicandosi, ne deriveranno isole endometriali.


Segni e sintomi

- dolore pelvico intenso in corrispondenza del ciclo mestruale: i frammenti di endometrio al di fuori dell’utero, in risposta a ormoni, produrranno sostanze infiammatorie che andranno a creare il dolore o prostaglandine che favoriranno contrazioni più forti

- dolore a defecazione, minzione, rapporti sessuali: questi dolori saranno presenti in relazione alla sede del tessuto anomalo

- infertilità: presente nel 30-40% delle donne che ne soffrono e sono in età fertile


Terapia

Il dolore da endometriosi viene solitamente gestito con terapie ormonali (pillola anticoncezionale o progestinici) e/o farmaci in grado di bloccare l’attività ovarica (antagonisti del GnRH). Un’altra opzione è l’intervento laparoscopica che ha come obbiettivo la riduzione del dolore e il contrasto all’infertilità. L’intervento però non esclude recidive da dolore a distanza di anni. Anche il trattamento osteopatico si è rivelato utile per la gestione della componente dolorosa del problema.


8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti