ORTODONZIA ED OSTEOPATIA #2: Quali sono le cause più comuni di intervento combinato osteopatico e...


Quali sono le cause più comuni di intervento combinato osteopatico e ortodontico?


Quali sono le cause più comuni di intervento combinato osteopatico e ortodontico?


Sempre più frequente è che gi ortodontisti richiedano la valutazione ed il trattamento osteopatico prima di apportare un’eventuale apparecchio ortodontico su paziente pediatrico. Sempre più frequente è che gli ortodontici abbiano direttamente in studio un Osteopata con cui collaborano e che abbiano il loro nominativo di riferimento.

Quali sono i quali casi in cui generalmente si fa ricorso a questa interdisciplinarità?


Denti affollati e fuori posto - in questa situazione i denti si sovrappongono fra loro e non crescono dritti e in maniera stabile: più la valutazione è precoce, più diventa semplice e risolutivo l’intervento.

Eruzione o perdita anomala - I denti escono nel punto sbagliato o male, per esempio ruotati (molto spesso i canini), vengono via presto per una carie oppure cadono tardi: si può alterare l’allineamento/occlusione della dentatura permanente.

Chiusura scorretta - se per esempio, le arcate non chiudono bene, e i rapporti fra mandibola e mascellari sono alterati con i mascellari posizionati troppo in avanti può avvenire uno sbilanciamento oro-facciale per il quale serve una valutazione precoce.

Difficoltà respiratorie - nei respiratori orali è maggiore il rischio che la mandibola sporga in avanti. In questi casi è bene indagare anche il bruxismo

Deglutizione disfunzionale e suzione - quando la lingua si interpone fra le arcate dentali o il bimbo succhia il dito, il ciuccio, ma anche penne o matite, vengono facilitate asimmetrie dentali e delle arcate.


Dopo la valutazione e trattamento osteopatico, gli eventuali apparecchi ortodontici servono a risolvere problemi strutturali e malocclusioni consistenti, come morsi crociati o aperti, e in genere si appoggiano solo ai molari definitivi o prevedono dispositivi mobili, per esempio ad uso notturno.

Qualora i difetti più seri siano stati già risolti con l’intervento misto o singolo, ci si deve occupare solo di migliorare l’allineamento e, le possibilità sono molte, dagli apparecchi con gli attacchi estetici trasparenti, fino agli attacchi interni, invisibili, ma un po’ più dolorosi perché il continuo contatto linguale. Altra possibilità sono le mascherine trasparenti, che possono risolvere molte situazioni ma devo essere portate sempre, a parte i pasti. Per ottenere buoni risultati il contributo del paziente e della famiglia, per l’igiene e la manutenzione corretta dell’apparecchio, è fondamentale.


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti



36 visualizzazioni