I muscoli fanno i “nodi”? Le contratture muscolari




È credenza popolare che i muscoli facciano i ‘nodi’, e di solito questi nodi sono dolenti, anche solamente al tatto.


Cosa succede in realtà?


Il corpo è una macchina intelligente. In linea generale, un muscolo si inserisce su due strutture diverse e nel mezzo c’è un’articolazione. Quando un muscolo si contrae produce un movimento che ha riscontro in quell’articolazione. Se qualcosa va storto a livello dell’articolazione, il muscolo associato si contrarrà maggiormente per proteggere quell’articolazione. In questi casi il muscolo si ‘annoda’ per prevenire un’ulteriore disfunzione articolare. Quando ciò accade, anche l’area intorno diventa ipersensibile. I muscoli quindi non si contraggono solo per produrre movimento articolare ma anche per proteggere l’articolazione.

I muscoli si contraggono anche su zone dove ci sono problemi non articolari. Un esempio di ciò può essere visto a livello addominale. Quando un organo si infiamma, come ad esempio, appendice o la colecisti, i muscoli che sono sopra questi organi diventano molto rigidi e ipersensibili. Questi sono solo esempi per sottolineare il ruolo protettivo dei muscoli.


Il nostro corpo è molto intelligente nel mostrarci dove ci sono dei problemi e solo riportando la normalità alle strutture corrispondenti potremo ottenere un rilassamento quasi istantaneo della muscolatura e dell’area ipersensibile.


Il trattamento osteopatico può essere un buon alleato per la risoluzione di questi problemi.

3 visualizzazioni0 commenti