Osteopatia e reflusso gastroesofageo


Osteopatia e reflusso gastroesofageo


Il reflusso gastro esofageo (GERD) è una patologia correlata ad una risalita in torace di parte dello stomaco attraverso lo sfintere esofageo inferiore (ernia iatale). A causa di questa risalita accade che l’acido che arriva dallo stomaco e la bile che arriva in stomaco da duodeno tendano a risalire verso l’esofago per un gradiente pretorio invertito, esponendole ad azione erosiva per presenza di pH inappropriato. Rigidità è irregolarità di motilità viscerali possono anch’esse favorire il reflusso.


Negli ultimi anni sono usciti diversi studi sui risultati dell’applicazione di tecniche manuali sui sintomi dati dal reflusso. Tutti gli approcci sono mirati ad un aumento di efficienza dello sfintere esofageo inferiore (LES), un ritensionamento dei pilastri del diaframma (si ricorda che il LES è collocato a sinistra di T11) ed ad un suo ribilanciamento, tenendo in considerazione il ripristino di una migliore motilità viscerale addominale. Le tecniche che vengono quindi utilizzate sono principalmente ad indirizzo viscerale con proiezioni su colon, stomaco, LES, mediastino accompagnate da mobilizzazioni costo-toraciche, miofasciali su diaframma e suboccipitali e di armonizzazione dei passaggi neurologici a livello di foro lacero posteriore.


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti




56 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti