Osteopatia nel trattamento di rinite e sinusite




Un approccio globale alla persona nella gestione di rinite e sinusite include l’educazione del paziente, il controllo ambientale, farmacoterapia, chirurgia, OMT, immunoterapia allergene - specifica.

Il sistema muscolo-scheletrico gioca un ruolo fondamentale nella gestione/trattamento di rinite e sinusite con OMT (Osteopathic Manipulative Treatment)


I principi osteopatici si sono focalizzati per generazioni sul corretto drenaggio delle strutture craniche per alleviare i sintomi di questi disturbi (Kuchera ML & Kuchera WA, 2012; Shaw MB & Shaw HH, 2011). Ad oggi queste pratiche terapeutiche sono state aggiunte alle modalità mediche tradizionali.


L’approccio osteopatico mira principalmente ad un ripristino linfatico ottenuto attraverso stimolazione linfatica diretta; trattamento delle disfunzioni somatiche cervico-toraciche, costo-vertebrali e craniche che possano influire su questi disturbi con riflessi viscero-somatici o per facilitazione segmentale; recupero delle disfunzioni meccaniche respiratorie; stimolazione di rlflessi parasimpatici (Jacq O et al., 2017).


Il trattamento osteopatico mira a gestire inizialmente le disfunzioni somatiche costo-vertebrali, cervico-toraciche e craniche che possano influire sulla salute della mucosa nasale attraverso riflessi viscero-somatici o facilitazioni segmentali, considerando che fibre pregangliari simpatiche derivanti dalle sinapsi della regione toracica superiore (T1-T4) nel ganglio superiore cervicale (C2-C3) innervano i seni. Liberate queste strutture si provvede a prendere in carico la disfunzione della meccanica respiratoria, della circolazione del drenaggio venoso e linfatico. La circolazione linfatica della testa passa attraverso collo, fascia cervicale e stretto toracico. Si è in presenza congestione linfatica quando c'è una disfunzione in qualsiasi punto di questa catena. Mantenendo un drenaggio linfatico appropriato, si possono migliorare i sintomi di questi disturbi, quali dolore facciale in sede di seni mascellari, frontali, paranasali. È stato dimostrato che le tecniche di pompa linfatica (tra cui la pompa diaframmatica) migliorano il sistema linfatico e immunitario del paziente. Liberate queste strutture è possibile avviare un approccio linfatico in cui all’inizio si prende in carico l’ostruzione più prossimale, spesso partendo da testa e collo attraverso i seni frontali e mascellari arrivando poi a trazione drenaggio e auricolare, drenaggio mandibolare, drenaggio della catena cervicale e rilascio suboccipitale. Per concludere vengono applicate tecniche sul ganglio sfeno-palatino dal momento che è provato in letteratura che la sua stimolazione produca un riflesso parasimpatico per gestire ostruzione nasale, rinite cronica e russamento.


La durata del trattamento è in genere di circa 30-40 minuti e il numero di sedute e la loro frequenza vengono definiti dal Professionista Osteopata in base alle disfunzioni somatiche rilevate, agli outcomes ricercati e al feedback del paziente.

Post recenti

Mostra tutti

Sinusite

Rinite