top of page
Valentina Carlile Osteopata
  • Instagram
  • Facebook
  • Immagine del redattoreValentina Carlile DO

Come scegliere un buon tape kinesiologico?


Come scegliere un buon tape kinesiologico


Era il 2003 quando frequentai il mio primo corso di Kinesio Taping, con il Dr Kase ad Albuquerque. Da allora ne ho frequentati altri 5. Il mercato dei nastri da allora si è allargato molto e oggi, è possibile trovare del tape kinesiologico anche in alcuni supermercati.

Negli anni ho provato ad utilizzare nastri di diverse marche approdando a quello che ormai preferisco utilizzare abitualmente nelle mie applicazioni cliniche.


Negli anni ho tenuto io stessa diversi corsi a diversi indirizzi clinici.

La domanda che mi viene sempre posta è quale sia il miglior nastro visto che ce ne sono sempre di più sul mercato.


Non ho mai sponsorizzato nessuna marca e non lo farò nemmeno qui, ma voglio dare una piccola indicazione di massima, piccola ma essenziale.


Si sa che l’efficacia della tecnica del taping dipende per la maggior parte dall’operatore che deve essere ben preparato nelle varie modalità di applicazione ma anche il nastro ha la sua importanza, è lui che permetterà alla tecnica di funzionare per i famosi 3-4 giorni.

Si sa che si tratta di un nastro in cotone monoestensibile, latex free, privo di farmaci, su cui è applicata una piccola quantità di colla che reticola col calore.


Quello che rende il nastro un buon nastro sono proprio la qualità del cotone che deve essere abbastanza morbido da garantire comfort, ma soprattutto la qualità della colla. Se da un lato è vero che deve essere uno strato sottile è vero anche che deve avere una giusta potenza, e deve essere in una quantità giusta da garantire separazione tra le zone su cui essa è applicata e le zone libere, perché in quelle zone dovrà verificarsi areazione cutanea che permetterà di favorire drenaggio e ventilazione con conseguente riduzione di reazioni e ottimizzazione del risultato.


Altro dato importante è che il nastro va conservato in luogo fresco ed areato altrimenti anche un ottimo nastro può non portare al risultato desiderato, perché al caldo la colla si secca!


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti




Comments


bottom of page