top of page
Valentina Carlile Osteopata
  • Instagram
  • Facebook
  • Immagine del redattoreValentina Carlile DO

Elaborazione del feedback uditivo nel canto


Elaborazione del feedback uditivo nel canto


In linea generale il feedback uditivo può essere usato per valutare e regolare l’output vocale.

Nel canto le componente cruciale del feedback uditivo è F0. Quando un suono, una melodia,

raggiunge l’orecchio, ognuna delle frequenze della melodia viene convertita in segnale neurale a

livello della coclea, localizzata nell’orecchio interno (Hudspeth, 2000). Le frequenze caratteristiche vengono processate in diverse regioni neurali delle vie uditive ascendenti prima di essere ulteriormente processate nella corteccia uditiva primaria collocata nella circonvoluzione di Heschl nel lobo temporale. L’informazione di frequenza può essere processata ad un livello corticale più alto, ovvero quel livello corticale che processa le caratteristiche più complesse dei segnali uditivi-situata nella circonvoluzione laterale di Heschl, una zona sensibile alle frequenze e coinvolta nella percezione di frequenza (Pushman et al, 2010).

Questa parte cerebrale può essere coinvolta anche nell’organizzazione delle frequenze in modo

gerarchico. Stimoli e funzioni uditive più complesse, come il processare frasi melodiche all’interno di una melodia, coinvolgono aree corticali uditive addizionali lungo la circonvoluzione temporale superiore, adiacenti alla circonvoluzione temporale di Heschl (piano polare e piano temporale).

Nel controllo in sequenze di note o brevi melodie, avviene il reclutamento di aree addizionali fuori e dentro il lobo temporale (es. uditive e lobo frontale), probabilmente durante i processi di working memory che tengono traccia di frequenze multiple (Zatorre & Zarack, 2012).

Un’altra area sembra coinvolta nel timbro vocale. Il solco temporale superiore risponde a suoni

vocali (Belin et al., 2000).

Per un’ottima funzione uditiva occorre che alla base ci sia un’ottima funzionalità tubarica e questa a sua volta è correlata ad un comportamento ottimale della lingua.

Hai mai pensato di rivolgerti ad un Osteopata per una valutazione specifica di questo sistema di

trasmissione?

Potrebbe essere molto utile potresti scoprire un valido partner nella gestione della tua attività

artistica!


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti




Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page