top of page
Valentina Carlile Osteopata
  • Instagram
  • Facebook
  • Immagine del redattoreValentina Carlile DO

Luce improvvisa e starnuto: lo starnuto fotico


Luce improvvisa e starnuto: lo starnuto fotico


Anche a voi capita di avere pizzicore nasale e di starnutire a raffica quando esposti improvvisamente ad una forte luce?


Beh, sappiate che non siamo i soli, ne soffre ben il 18-35% della popolazione, ed è ereditario!


Il nome di questo disturbo è rifesso fotico o ancora più nello specifico sindrome Autosomal dominant Compelling HelioOpthalmic Outburst (ACHOO). 


Le cause ancora non sono ben definite ma sono di origine centrale in quanto quello che si sa, è che la luce accende una parte del sistema parasimpatico, quella parte di sistema nervoso preposta a regolare le risposte riflesse e che, involontariamente, ci porta a contrarre le sopracciglia, dilatare le pupille e starnutire.


Alcuni studiosi ipotizzano un’interferenza tra nervo ottico (CN II) e trigemino (CN V), assumendo che in un certo punto del percorso neurologico questi nervi si congiungano facendo sì che la stimolazione oculare portata dalla luce improvvisa provochi l’insorgenza dello starnuto.


Anche se, come già specificato, non ci sono grossi studi sull’argomento e poco si sa, c’è però una bella notizia! Ad ognuna delle nostre raffiche di starnuti pare segua un periodo di immunità di circa 24 ore!!!


Infine, se qualcuno, come me, si chiedesse se esista o meno un rimedio a questo disturbo, è bene sapere che le uniche indicazioni che vengono date sono di gestione:

  • Portare occhiali scuri

  • Coprirsi gli occhi in maniera tempestiva

  • Effettuare una compressione perpendicolare sull’avvallamento tra naso e bocca (prolabio)

 


Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti




Σχόλια


bottom of page