Osteopatia e sinusite: cosa a livello di cranio?




Molte persone si rivolgono ad un Osteopata per sinusiti e congestione sinusale.


La mia personale esperienza con questo disturbo è iniziata nell'aprile del 2013 quando sono stata all'OCCF di San Diego per una delle mie collaborazioni con la Dott.ssa Viola Frymann. In quell'occasione vidi la Dott.ssa Frymann trattare due pazienti per influenza e raffreddore e, per sinusite. Impressionata dal fatto che i pazienti avessero scelto di recarsi in prima battuta da un Osteopata per un simile disturbo le espressi il mio stupore e lei in tutta tranquillità mi disse 'Sono sorpresa io di sapere che in Europa i pazienti non vadano subito dall'Osteopata per questi disturbi'. Questi pazienti, appena sdraiati sul lettino, erano molto congestionati, con difficoltà respiratorie importanti e, il paziente con sinusite, aveva anche dolore facciale. La Dott.ssa Frymann fece un trattamento su cranio, collo e gabbia toracica. Circa 20 minuti dopo la fine del trattamento i pazienti poterono respirare dal naso e dissero di sentire un dolore facciale nettamente ridotto rispetto a prima.


Il giorno dopo il paziente che aveva anche un problema di febbre telefonò dicendo che la temperatura era tornata normale.


Questa esperienza mi ha dimostrato e fatto pensare a quanto la manipolazione osteopatica possa fare per la congestione.


Da allora mi sono dedicata a trattare diverse persone con queste problematiche, ottenendo risultati sempre migliori.


L'Osteopatia può essere molto efficace nell'aiutare il corpo a risolvere questi problemi.

Facciamo ora un piccolo approfondimento su come può insorgere una congestione sinusale.

Uno dei principi cardine su cui si fonda quella parte dell'Osteopatia che è la cranio-sacrale è che le ossa del cranio non sono fuse, saldate, e che le suture sono disegnate in modo da permettere una piccola mobilità. Il piccolo movimento che si realizza nel cranio ha un range millimetrico. Il movimento è ritmico e descrive un'oscillazione ed un flusso simile al movimento con cui la gabbia toracica si espande e contrae durante la respirazione. Il movimento proprio delle ossa del cranio è considerato importante per l'intera salute, non solo quella della testa.


In caso di congestione sinusale alcune delle ossa più piccole del cranio, agiscono come un pistone per i seni man mano che compiono il loro movimento.


Quando le suture del cranio perdono elasticità, questa "mobilità delle ossa del cranio" che agiscono da pistone può diminuire. Il risultato è che i seni diventano incapaci di drenare il muco che si accumula di conseguenza proprio in essi. Se non si ripristina la funzione, allora i seni diventano congestionati e più predisposti ad infezioni. A volte, la diminuzione di mobilità può non essere un problema finché un qualcosa, come una infezione del tratto respiratorio superiore, soffoca la capacità del corpo di drenare i seni a causa di una aumentata produzione di muco. Parte di ciò è dovuta ad una variazione dei gradi con cui il movimento a pistone si realizza. Più questi variano, più difficilmente il corpo riuscirà a drenare anche in assenza di infezioni.


Gli Osteopati, dopo un’attenta valutazione osteopatica, lavoreranno per liberare le suture ripristinando la normale mobilità cranica e permettendo così la necessaria azione di pompa-pistone. Questa azione faciliterà il drenaggio, migliorerà la circolazione sanguigna e innesterà il meccanismo di guarigione del corpo che in questo modo impiegherà meno tempo a risolvere i problemi.


Questo è solo una parte della diagnostica osteopatica nel trattamento di una congestione dei seni. Vengono sicuramente valutati anche altri fattori quali la congestione venosa e linfatica del cranio, il coinvolgimento del nervo trigemino che innerva i seni, restrizioni della gabbia toracica e molte altre componenti.

49 visualizzazioni0 commenti