Osteopatia, endometriosi e dolore pelvico


Osteopatia, endometriosi e dolore pelvico


Il dolore pelvico è un problema ginecologico comune. Non è sempre chiaro se esista una causalità tra sintomi e segni clinici oggettivi (Linee Guida AWMF, 2009), e le terapie non sempre ottengono risultati a lungo termine nella risoluzione dei sintomi. L’endometriosi nello specifico è una malattia soggetta a recidiva, con tassi di recidive stimati al 20 e 50% rispettivamente a due e cinque anni dopo il trattamento primario (Guo, 2009).

Le donne con dolore pelvico cronico hanno molto spesso dolore pelvico, rigidità muscolare del pavimento pelvico (Montenegro, Mateus-Vasconcelos, Rosa e Silva et al., 2010) – cosa non riscontrata in donne sane senza sintomi (Kavvadias, Pelikan, Roth et al., 2013). Esiste una comorbidità significativa con l'apparato muscoloscheletrico, fatto che non è ampiamente riconosciuto (Ostensen, Schei, 1997].

L’infiammazione dei organi interni può causare sintomi e vizi muscoloscheletrici e viceversa per il riflesso sonato-viscerale e viscero-somatico. Inoltre, la limitazione funzionale in un determinato livello scheletrico può causare sintomi ad un livello differente. Queste interconnessioni sono definite come catene di lesioni (Langer, Hebgen, 2012).


In uno studio effettuato nel 2016 da Sillem , Solomayer et al. è stato applicato un piano di trattamento osteopatico a donne con colore pelvico con endometriosi, su base di rigidità muscolare. Il trattamento prevedeva il rilascio di disfunzioni somatiche dell’apparato muscoloscheletrico, in particolare delle articolazioni sacro-iliache, cui seguiva una mobilizzazione deldiaframma e degli organi addominali utilizzando tecniche standard. Ilil pavimento pelvico è stato rilasciato utilizzando la cosiddetta “grande manovra” (movimento del compartimento degli organi addominali in direzione craniale).

Il trattamento si è concluso in molti casi con la mobilizzazione delle articolazioni temporomandibolari e del rachide cervicale.

Questo studio ha dimostrato come l’osteopatia sia stata ben accolta come opzione di trattamento, e si sia dimostrata efficace. Nuovi studi si stanno producendo sull’argomento ad opera di colleghi che da anni operano in questo settore, e ben presto usciranno nuovi risultati.



 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti



18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti