top of page
Valentina Carlile Osteopata
  • Instagram
  • Facebook
  • Immagine del redattoreValentina Carlile DO

Suggerimenti per gestire il reflusso attraverso la dieta


Suggerimenti per gestire il reflusso attraverso la dieta


La dieta è fondamentale nella gestione del reflusso gastroesofageo, una condizione che può seriamente compromettere la qualità della vita.


Mangiare piccoli pasti frequenti anziché tre grandi pasti giornalieri può aiutare a prevenire l'eccessiva distensione dello stomaco, che spinge cibo e acido verso l'esofago. È importante evitare alimenti e bevande che peggiorano il reflusso, come cibi grassi, fritti, speziati, cioccolata, caffeina, alcolici e bevande gassate. Un altro suggerimento è quello di non coricarsi subito dopo aver mangiato; attendere almeno tre ore può ridurre il rischio di reflusso notturno. Anche mantenere un peso corporeo sano è importante, perché l'obesità può aumentare la pressione sull'addome, facilitando il reflusso. Seguire questi suggerimenti può significativamente diminuire i sintomi e migliorare la tua salute digestiva.


Alimenti consigliati

La scelta di alimenti adatti può fare la differenza nel controllo del reflusso. Ecco alcuni alimenti che generalmente sono ben tollerati:


  • Verdure: Verdure fresche non acide, come zucchine, carote, spinaci, cetrioli e broccoli, sono eccellenti perché hanno un basso contenuto di grassi e zuccheri.

  • Cereali integrali: Pane integrale, riso integrale e avena sono opzioni sane che possono aiutare ad assorbire l'acido gastrico e ridurre i sintomi.

  • Proteine magre: Carne bianca, pesce, uova e legumi possono essere parte di una dieta equilibrata che non aggravare il reflusso.

  • Radice di zenzero: Conosciuta per le sue proprietà naturali antinfiammatorie, può essere inclusa in piccole quantità nelle tisane o nei pasti.


Alimenti da evitare

Alcuni alimenti possono aggravare il reflusso gastroesofageo. Ecco quali alimenti è consigliato evitare o limitare per controllare i sintomi:


  • Cibi grassi e fritti: Questi possono rilassare lo sfintere esofageo inferiore, permettendo all'acido di risalire.

  • Cibi piccanti e acidi: Peperoncino, agrumi e pomodori possono irritare ulteriormente l'esofago.

  • Cioccolato e caffeina: Possono causare rilassamento dello sfintere esofageo, promuovendo il reflusso.

  • Alcolici e bevande gassate: Aumentano la produzione di acido nello stomaco e possono rilassare lo sfintere esofageo.


Adottare una dieta adeguata è fondamentale per gestire il reflusso gastroesofageo.

Mangiare cibi appropriati e seguire pratiche alimentari sane può diminuire significativamente i sintomi e migliorare la qualità della vita.

Se soffrite anche voi di questo disturbo è importante consultare un professionista della salute. Nel prossimo articolo ci concentreremo su come affrontare il reflusso con l'osteopatia, offrendo così un quadro più completo delle opzioni disponibili per affrontare questa condizione.


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti



Comments


bottom of page