top of page

Canto, respirazione, dispnea e ipertiroidismo


Canto, respirazione, dispnea e ipertiroidismo

L’ipertiroidismo, cioè l’aumento degli ormoni tiroidei nel sangue, stimola il metabolismo cellulare e la contrattilità del cuore facendo aumentare notevolmente la frequenza cardiaca, portandola da un range di 60-90 bpm ad un range di 120-130 bpm.


Un cuore che riceve eccessive stimolazioni fatica a compensare qualunque sforzo, molto spesso con conseguente dispnea.


Chi soffre di ipertiroidismo può andare in affanno anche nel fare le attività più semplici o per lui abituali, come la gestione del fiato nel canto.


Oltre a ciò, gli ormoni tiroidei in eccesso provocano la distruzione delle proteine muscolari limitando così ulteriormente la capacità di effettuare sforzi fisici.

Anche la presenza di un voluminoso nodulo tiroideo o di un grosso gozzo possono causare difficoltà respiratorie qualora provochino compressioni sulla trachea con una conseguente riduzione del lume tracheale.


Il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un medico in maniera tempestiva al protrarsi di tali sintomi in modo da poter approntare in maniera efficace un piano terapeutico.


 

Valentina Carlile - Osteopata esperta in Osteopatia applicata a disturbi di Voce e Linguaggio dal 2002. Per informazioni e prenotazioni visita la pagina Contatti