OSTEOPATIA: QUALE APPROCCIO PER IL PAZIENTE?